in Valgrande
Todano e dintorni...
torna alla home page
  ← il versante sud...

sul Todano...

 Ritorno sulla panoramica dorsale tra la Valgrande e il versante che scende verso il Lago Maggiore, che in inverno permette di compiere delle piacevoli escursioni sulla neve senza particolari difficoltà; sono zone molto frequentate, e solitamente si trova una larga traccia.

 In questa occasione abbiamo percorso il tratto fra il Todano e il Pizzo Pernice, per poi ritornare alla Cappella Fina e all'Alpe Pala (luogo di partenza), scendendo lungo la Testa di Cremisello e l'Alpe Cavallotti.



 

 - Il percorso :


 Si sale in Valle Intrasca verso il tranquillo paese di Miazzina 721 m. posto in bella posizione panoramica e soleggiata, si continua lungo la strada asfaltata che conduce all'Alpe Pala, punto di partenza in questa occasione; se le condizioni di innevamento lo permettono, si può anche salire in auto fino allo spiazzo antistante il Memoriale degli Alpini (in questa occasione, questo tratto di strada era pulito dalla neve, ma ricoperto a tratti da ghiaccio vivo; alla fine, è stato il tratto più "rischioso" di tutto il giro...), mentre l'ultimo tratto di strada che porta alla Cappella Fina, in presenza di neve non è normalmente percorribile.

 Dalla Cappella Fina si tralascia la traccia che sale verso l'Alpe Cavallotti (che si percorrerà al ritorno), per seguire la stradina in leggera salita sulla destra che traversa tutto il fianco di questo versante che scende verso la Val Ganna.
 Dopo un bivio (sulla sinistra si traversa verso l'Alpe Cavallotti), la stradina diventa un sentiero che nel tratto precedente la caratteristica roccia del Sass Fuiusa, può richiedere attenzione se la neve non è ottimale o la traccia è nascosta per nevicate recenti o per neve accumulata dal vento.

 Dopo il Sass Fuiusa si continua nel bosco e si sale alla selletta sulla dorsale da dove il panorama si apre verso la Valgrande e le sue cime; sulla sinistra si sale al Pizzo Pernice, mentre un traverso porta a Curgei (vedi questa pagina), si prosegue invece sulla destra lungo la dorsale che sale prima nelle vicinanze del ricovero invernale del Pian Cavallone, passando dalla Croce posta nelle vicinanze, il panorama si apre verso la Cima Cugnacorta e la Marona.
 Si continua verso il Pian Cavallone con la sua caratteristica Cappella a 1544 m. e si sale infine al Todano 1667 m. dove la dorsale continua sulla destra verso Il Pizzo, mentre di fronte si vede la cima del Monte Zeda e la zona del Pian Vadà.
Link alla cartina ↓



 

 Ritornati lungo il percorso di andata fino al bivio per Curgei, si sale facilmente al Pizzo Pernice 1506 m. sulla destra si vede la zona dell'Alpe Pra e la dorsale che sale verso la Cima Sasso, in basso Cicogna, Merina e Cascè.

 Si continua lungo la dorsale (che scende poi verso la Colma di Cossogno e traversa verso il Todum), fino al punto in cui si può scendere in direzione della Testa di Cremisello, questo tratto è un po' ripido e può richiedere attenzione se la neve non è ottimale; si entra poi nel bosco e si arriva ad un incrocio di sentieri, vale la pena di fare un'ultima breve salita alla Testa di Cremisello 1276 m. da dove si scende velocemente all'interessante Alpe Cavallotti 1216 m. ed infine si ritorna alla Cappella Fina 1102 m.


 Tempo per questo giro, circa 5 ore incluse le soste.

 


vai alle immagini →  
 Foto e testi © www.in-valgrande.it (E-mail)


il Piancavallone e il Todano...