in Valgrande
Torna alla Home Page

da Cambiasca a Rugno a Miazzina...


   Camminata da Cambiasca a Rugno...

 la Cappella di Rugno...
la Cappella di Rugno...
 Un giro nell'entroterra Verbanese, da Cambiasca al Monscenù e poi a Miazzina seguendo per quanto possibile la vecchia mulattiera che collegava i due paesi, poi verso Rugno e quindi ad Ungiasca da dove, scendendo nel bosco, si ritorna a Cambiasca.

 All'inizio di marzo 2014, il clima mite ed il terreno umido favorisce lo sviluppo dei primi caratteristici fiori che crescono nel bosco prima dello sviluppo fogliare degli alberi, Primula, Campanellino, Pervinca, Dente di cane, Scilla silvestre, Anemone dei boschi, che segnalano l'arrivo della primavera, anche se poche centinaia di metri più in alto rimane una coltre nevosa di alcuni metri in attesa di scioglimento...


 


Il percorso :


 Si Parte da Cambiasca 290 m. a circa 4 km da Verbania (parcheggio di fronte all'ufficio postale), ci si dirige verso la collina e svoltando a sinistra si passa dalla piazzetta dove si trova la caratteristica fontana rotonda, qui si imbocca via Monscenù che poi diventa una bella mulattiera (ad un incrocio, si va a destra, sulla sinistra scende un'altra mulattiera che si percorrerà al ritorno), che sale all'Oratorio di Monscenù dedicato alla Madonna delle Grazie (in passato è stato meta di pellegrinaggi per richiedere grazie alla Madonna del latte...), punto panoramico verso il lago.

 Dal Monscenù si prosegue nel bosco lungo il sentiero che interseca la strada asfaltata che sale a Miazzina, si passa accanto al noto Eremo di Miazzina, e in breve si giunge al paese 721 m. prima di arrivare al campanile, si segue la stradina asfaltata sulla sinistra che traversa verso ovest, si passa accanto al lavatoio e dopo un tratto in salita, ad una curva si trova il sentiero che sulla sinistra entra nel bosco, scende a traversare il Rio d'Aureglio e sale al pianoro di Rugno (Runchio) 741 m. piccolo villaggio del Comune di Miazzina, dopo una visita alla Cappella (bel punto panoramico), si segue la mulattiera che scende verso est in direzione di Ungiasca.

Giunti alla Cappella vicino al  Funtanin di Uscei si continua lungo il sentiero che traversa sulla sinistra, e passando nuovamente su un ponte il Rio d'Aureglio, si giunge ad Ungiasca frazione del Comune di Cossogno.

 Da qui in avanti il percorso diventa a tratti incerto, anche per la mancanza di segnalazioni, ma con uno sguardo alla cartina e chiedendo ad eventuali abitanti del luogo, si dovrebbe riuscire a trovare il percorso per ritornare a Cambiasca...

 Ad Ungiasca si scende al cimitero e poi si cerca un sentiero che scende nel bosco in direzione sud-est, si cammina lungamente nel vasto bosco, seguendo una traccia a volte poco evidente che scende con lunghi tornanti arrivando a superare il torrente Gabbiana per giungere ad un bel punto panoramico verso il Lago Maggiore ed Intra, Cambiasca e la sottostante zona di estrazione della sabbia, scendendo si arriva in breve ad incrociare il percorso seguito all'andata ritornando così a Cambiasca.


 Per il giro descritto, circa 4 ore e mezza incluse le soste. Difficoltà E

     Vedi anche sul sito di : Escursionando

immagini ↑→  



 Foto e testi © www.in-valgrande.it (E-mail)
Leucojum vernum...
Leucojum vernum...