in Valgrande -

frana nella Valle di Nibbio...

frana nella  Valle di Nibbio...
torna alla home page
  ← Corni di Nibbio e dintorni...
Frana in Valfredda (Valle di Nibbio)
frana
 Aprile 2005
, una grossa frana, volume stimato circa 500.000 metri cubi, è caduta nella Valle di Nibbio ad una quota di circa 900 metri riempiendo l'alveo del torrente e scendendo verso valle per alcune centinaia di metri.

 Dopo una decina di giorni, nelle vicinanze è ancora avvertibile il caratteristico "odore" della roccia appena frantumata, un velo di polvere copre la vegetazione circostante.  L'ambiente è irriconoscibile, una larga spianata ha sostituito la stretta gola fiancheggiata da ripide pareti.

 Il mutamento è appena iniziato, l'acqua provvederà a modificare gradualmente il paesaggio; in alto si è formato uno sbarramento nell'alveo del torrente, ma non ci dovrebbero essere problemi per il paese di Nibbio posto allo sbocco della omonima Valle; anche per la conformazione del materiale franato, poco terriccio e molti blocchi di roccia (alcuni di grosse dimensioni), che, al momento, non impediscono il normale deflusso dell'acqua.



 Ma è solo spostandosi più in alto a monte della frana che si ha la reale  percezione di  cosa è avvenuto, ci si accorge che "manca"   qualcosa, una  parte della montagna non c'è  più....

 

_Immagini raccolte il 30 Aprile 2005_


> Aggiornamento a Novembre 2005


vai alle immagini →  
 Foto e testi © www.in-valgrande.it (E-mail)




 La frana ha interessato un "promontorio" roccioso delimitato a Valle da un canalino poco
profondo e quasi verticale e a monte da un profondo canale (franoso), percorribile per
qualche centinaio di metri (foto a fianco),che sale verso i contrafforti del Lesìno che
dividono la Valfredda dalla Val Cornera.











 Qui a fianco un articolo de La Stampa
pubblicato nei giorni successivi all'evento.


(Riproduzione autorizzata dal quotidiano La Stampa).


 





sbarramento a monte della frana




Home Page    Torna alla home page


 

in Valgrande - frana in Valfredda