in Valgrande
Sassoledo e le incisioni rupestri...
torna alla home page
 


alberiforme
logo Parco Valgrande  
 Le incisioni rupestri più conosciute nella zona del Parco della Valgrande (e nei dintorni), sono quelle dell'Alpe Prà con il famoso 'masso altare' dove sono presenti numerose coppelle, alcune collegate da canaletti; sullo scopo e significato delle incisioni sono state avanzate varie ipotesi, dalla raffigurazione di costellazioni celesti a una sorta di mappa topografica.

 Un altro luogo dove si trovano numerose incisioni rupestri (chiamate anche petroglifi o graffiti), di grande importanza per la quantità e varietà dei simboli incisi sulla roccia, è l'Alpe Sassoledo a circa 1600 m. sul versante ovest del Pizzo Marcio in Val Vigezzo, lungo una delle vie di accesso verso l'interno dell'area del Parco attraverso la Colma di Basagrana.

 Le incisioni sono state realizzato in gran parte con la tecnica chiamata a polissoire, cioè sfregando ripetutamente la roccia con uno strumento appuntito, per questa ragione appaiono sottili e poco profonde.

 Sono presenti vari tipi di graffiti realizzati in epoche diverse, numerose incisioni con date e lettere e poi simboli cruciformi, coppelle, e alberiformi; questi ultimi hanno ispirato il logo del Parco della Valgrande realizzato dal grafico Fabio Bellato.

 Un simbolo dai vari significati, può rappresentare una figura umana stilizzata a ricordare la presenza importante dell'uomo nella storia recente di questa zona, e anche simboleggiare l'albero che tanta importanza ha avuto nel passato nell'economia della valle, e che ora è diventato simbolo della natura che ha ripreso possesso di questo territorio.

  Per l'accesso alla zona di Sassoledo, vedi :




 
 
   Alpe Sassoledo superiore e la parete rocciosa con i graffiti
Alpe Sassoledo superiore e la parete rocciosa con i graffiti



  La parete rocciosa con i graffiti più numerosi si trova di fianco alle baite dell'Alpe Sassoledo superiore sulla destra (sud), proprio all'inizio del crestone roccioso che sale al Pizzo Marcio.

 Una sorta di libro a cielo aperto, una grande lavagna dove generazioni di alpigiani hanno voluto lasciare un segno della loro presenza, sono graffiti datati dal 1600 alla metà del 1900, ma probabilmente sono presenti incisioni anche più antiche, ipotesi fondata anche perché la roccia di questa parete è costituita da talcocisto, che è molto resistente agli agenti atmosferici.

 Sono per lo più date e lettere (probabilmente iniziali di nomi), ma ci sono anche incisioni cruciformi, alberiformi, coppelle, ecc...

 I petroglifi si sviluppano per alcuni metri lungo la parete di fianco al prato dell'Alpe che sale nel canale verso il Pizzo Marcio.



vai alle immagini →  



 
   

 in alto l'Alpe Sassoledo superiore, in primo piano il masso con i petroglifi
in alto l'Alpe Sassoledo superiore, in primo piano il masso con i petroglifi




 Di fronte alle baite di Sassoledo superiore, sul dosso prativo che scende a Valle , leggermente sulla sinistra, si trova il masso (a fianco c'è un larice, circa 40 metri più in basso rispetto alle baite), con altre incisioni molto interessanti.



 I graffiti sono poco evidenti, per via della tecnica usata per l'incisione (a Polissoire), e anche a causa dell'usura degli agenti atmosferici, alcuni sono ricoperti dai licheni e oltre ad iscrizioni simili a quelle sulla parete rocciosa (lettere e date), sono presenti alcuni simboli alberiformi, cruciformi e coppelle.








vai alle immagini →  



 Foto e testi © www.in-valgrande.it (E-mail)


 Nel luglio 2000 è stato rilevato un altro masso con alcune incisioni, si trova sulla dorsale che scende da Sassoledo superiore sopra il piccolo rio, poco prima del tratto in cui il sentiero scende per traversare il rio verso Sassoledo inferiore.

 Sono presenti un simbolo cruciforme, alcune coppelle e la cosa forse più interessante, alcune piccole coppelle unite da una sorta di canalino.

   Clicca sulle miniature per vedere l'immagine ingrandita.
Incisioni Rupestri : Per chi volesse approfondire l'argomento, vedi la → Bibliografia.